WrestleMania IX

WrestleMania IX
WMIX Hogan Vs Yokozuna.png
Tagline The Biggest Stars In The World Are Coming To Las Vegas!
Prodotto da World Wrestling Federation
Data 4 aprile 1993
Sede Caesars Palace
Città Paradise, Stati Uniti
Spettatori 16.891
Cronologia pay-per-view
Royal Rumble (1993) WrestleMania IX King of the Ring (1993)
Progetto Wrestling

WrestleMania IX è stata la nona edizione di WrestleMania, evento in pay-per-view di wrestling promosso dalla World Wrestling Federation (WWF). L'evento si è tenuto il 4 aprile 1993 al Caesars Palace di Paradise, nel Nevada è stata la prima edizione di WrestleMania a tenersi all'aperto. La tagline dell'evento era "The Biggest Stars In The World Are Coming To Las Vegas!" ("Le più grandi stelle nel mondo stanno arrivando a Las Vegas!").

L'evento venne costruito attorno a due storyline principali. La prima vedeva coinvolti l'apparentemente inarrestabile Yokozuna e il campione del mondo Bret Hart per il WWF World Heavyweight Championship (Yokozuna si era guadagnato il diritto di sfidare Hart vincendo la Royal Rumble) dello stesso anno. La seconda storyline di rilievo concerneva il ritorno di Hulk Hogan, che aveva temporaneamente lasciato la WWF dopo WrestleMania VIII, ma che tornò in coppia con Brutus Beefcake per sfidare i WWF Tag Team Champions, Money Inc. ( Ted DiBiase e Irwin R. Schyster). Hogan e Beefcake persero l'incontro, ma la sera stessa Hogan sconfisse Yokozuna vincendo il titolo del mondo in un match improvvisato dopo che Yokozuna aveva battuto il WWF Champion Bret Hart. In aggiunta, Shawn Michaels difese l' Intercontinental Championship, sebbene uscì perdente dal suo match con Tatanka.

Le recensioni a questa edizione di WrestleMania furono abbastanza negative. Le critiche maggiormente mosse all'evento riguardarono l'incontro tra The Undertaker e Giant Gonzalez, la vittoria del titolo da parte di Hulk Hogan, e le toghe in stile antica Roma indossate dagli annunciatori e presentatori della manifestazione.

Antefatto

Una delle rivalità messe in scena coinvolgeva Tatanka e il WWF Intercontinental Champion Shawn Michaels. Tatanka era nel bel mezzo di una striscia vincente di imbattibilità quando affrontò Michaels per due volte nei mesi precedenti a WrestleMania IX. [1] Tatanka schienò Michaels in un match svoltosi il 13 febbraio 1993 durante una puntata di Superstars of Wrestling e successivamente si alleò con i Nasty Boys in un six-man tag team match contro Michaels e i Beverly Brothers; Tatanka schienò ancora una volta Michaels per aggiudicarsi l'incontro. [2] Michaels era inoltre in rotta con la sua ex manager e valletta Sensational Sherri, che scelse di accompagnare Tatanka durante il match. Quando Marty Jannetty cercò di colpire Michaels con uno specchio, tuttavia, Michaels si fece scudo con Sherri che finì per prendersi il colpo al posto suo. [3] La rabbia di Sherri verso il vile gesto di Michaels la portò a tradirlo per diventare una " face" alla Royal Rumble 1993. [4]

Il match tra gli Steiner Brothers ( Rick e Scott) e i Headshrinkers ( Samu e Fatu) ebbe poca costruzione, anche se Afa, manager degli Headshrinkers, asserì che il suo team avrebbe "staccato la testa ai fratelli [Steiner]". [2] Doink the Clown e Crush erano rivali fin dal gennaio '93. Nel corso di una puntata di Superstars of Wrestling, Crush era intervenuto per difendere un bambino tra il pubblico infastidito dal malvagio clown. Crush afferrò Doink per un braccio intimandogli di non disturbare i bambini. [3] Doink si scusò e diede un fiore a Crush in segno di pace; quando però Crush fece per andarsene, Doink si tolse una protesi artificiale che gli ricopriva il braccio e colpì alle spalle il wrestler con il finto arto, infortunandolo. [3]

La faida tra i Mega-Maniacs ( Brutus Beefcake e Hulk Hogan) e i i campioni mondiali di coppia i Money Inc. ( Ted DiBiase e Irwin R. Schyster) prese origine da un vero incidente del quale era stato vittima Beefcake nel 1990 che lo costrinse ad un delicato intervento di chirurgia plastica. [5] Brutus non fu in grado di combattere fino al febbraio 1993. Al suo ritorno dopo l'infortunio affrontò DiBiase in un match, finendo però per essere assalito da DiBiase e Schyster. DiBiase tenne fermo Beefcake mentre Schyster lo colpì in faccia con la sua valigetta, ma Jimmy Hart, manager dei Money Inc., inorridito dal gesto cercò di fermare i suoi assistiti prima di finire scaraventato fuori dal ring. [6] Hart divenne quindi un manager face, amato dai fan. [7] Poco tempo dopo, Hulk Hogan fece il suo ritorno in WWF e si unì a Beefcake e al manager Jimmy Hart, per formare i Mega-Maniacs e sfidare i Money Inc. per il titolo WWF Tag Team Championship. [5] [8]

The Undertaker ebbe una rivalità con Giant Gonzalez

La rivalità tra Mr. Perfect e Bobby Heenan risaliva alle Survivor Series 1992. Perfect e Ric Flair erano entrambi clienti di Heenan, ma Mr. Perfect tradì Flair e Heenan diventando uno dei "buoni" nel bel mezzo del match ad eliminazione. [9] Flair ebbe allora un breve feud con Perfect ma lasciò subito dopo la compagnia per tornare nella World Championship Wrestling. [10] Lex Luger era entrato nella World Bodybuilding Federation di Vince McMahon, ma successivamente firmò anche un contratto come wrestler della WWF quando la federazione di bodybuilding fallì. [11] Debuttò alla Royal Rumble del 1993, dove venne presentato come il nuovo lottatore di Heenan, Narcissus (anche se il ring name venne cambiato quasi subito in "The Narcissist" Lex Luger). [12] [13]

La faida tra The Undertaker e Giant Gonzalez ebbe origine dall'odio verso Undertaker del manager Harvey Wippleman. Undertaker aveva sconfitto Kamala, cliente di Wippleman, a SummerSlam 1992. [14] Il rematch tra i due si tenne a Survivor Series 1992, dove Undertaker sconfisse Kamala rinchiudendolo dentro una bara nel corso di un Coffin Match. [15] Wippleman pretendeva vendetta, e allora introdusse il "mostruoso" Gonzalez alla Royal Rumble 1993 appositamente per attaccare The Undertaker. Il becchino venne eliminato dalla Royal Rumble proprio dall'interferenza del gigante, e un match venne fissato per WrestleMania IX. [16]

Sin dal suo debutto nella compagnia nel 1992, Yokozuna era stato promosso come un'inarrestabile forza heel nella WWF. Pesando più di 250 kg, faceva uso della sua mossa finale "Banzai Drop", finisher con la quale saltava dalla seconda corda per sedersi sul petto dell'avversario schiacciandolo con la sua enorme mole. [17] [18] In un celebre match svoltosi il 6 febbraio 1993 nel corso di una puntata di WWF Superstars of Wrestling, Yokozuna attaccò "Hacksaw" Jim Duggan eseguendo su di lui quattro "Banzai Drop". A causa dell'infortunio ( kayfabe) subito, Duggan rimase inattivo per due mesi. [2] Yokozuna si guadagnò la possibilità di sfidare il campione WWF Champion Bret Hart a WrestleMania vincendo la Royal Rumble del '93. [19] Durante la firma del contratto per il match, Yokozuna attaccò Hart eseguendo su di lui il Banzai Drop. [2]

En otros idiomas