Trasibulo

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Trasibulo (disambigua).
Trasibulo
c. 455-440 a.C. – 388 a.C.
Nato aAtene
Morto aAspendos
Cause della morteFerito in una sortita
Dati militari
Paese servitoAtene
Gradostratego
GuerreGuerra del Peloponneso
Guerra civile ateniese
Guerra di Corinto
BattaglieCinossema (411)
Abido (410)
Cizico (410)
Arginuse (406)
File (404/403)
Munichia (403)
Pireo (403)
Nemea (394)
Coronea (394)
Altre carichePolitico
Vedi Bibliografia
voci di militari presenti su Wikipedia

Trasibulo, figlio di Lico del demo di Stiria (in greco antico: Θρασύβουλος, Thrasýbulos, in latino: Thrasybùlus; 455-440 a.C. circa – Aspendo, 388 a.C.), è stato un politico e militare ateniese.

Nell'ultima fase della Guerra del Peloponneso (la cosiddetta Fase Deceleica) fu uno dei capi della parte democratica.

Inviato a Samo nel 411 a.C. dal governo oligarchico dei Quattrocento, organizzò dall'isola, insieme agli alti gradi della flotta, il ritorno in patria: dopo aver chiesto ai compagni di giurare fedeltà alla democrazia ateniese, organizzò un governo alternativo sull'isola del quale fu nominato reggente e generale supremo della flotta insieme all'oplite Trasillo.Pochi mesi dopo, nel 410 a.C., guidò la riscossa dei democratici i quali, dopo aver occupato il Pireo, facendo leva sul malcontento della popolazione ateniese, riuscirono a destituire il governo dei Quattrocento e a conseguire alcune importanti vittorie militari a Cinossema, Abido e Cizico.

Fu nuovamente esiliato dal governo dei Trenta Tiranni nel 404 a.C. e si rifugiò a Tebe, dove radunò e organizzò il partito degli oppositori democratici contro Crizia e il regime filospartano che aveva preso il potere ad Atene.Nel 403 a.C. guidò la riscossa militare e politica della fazione democratica: dapprima con l'aiuto dei Tebani e di alcuni volontari prese il forte di File, al confine con l'Attica, poi conquistò per la seconda volta il Pireo dopo una brevissima resistenza a Munichia (un settore portuale del Pireo), mettendo fine al regime dei Trenta Tiranni.

Una volta ristabilito il potere democratico ad Atene, Trasibulo si impegnò a concedere un'amnistia a tutti coloro che erano stati coinvolti nel regime, per evitare ulteriori spargimenti di sangue. Tuttavia, dopo il ritorno della democrazia ci furono processi e condanne a morte, come quella di Socrate nel 399 a.C.Negli anni 389-388 a.C. stabilì relazioni con diverse città dell'Asia, le quali arriveranno a stringere dei trattati di alleanza con Atene che sfoceranno nella costituzione della Seconda Lega marittima ateniese; nel corso di una spedizione navale morì ad Aspendos (Panfilia) nel 388 a.C.

Senofonte lo definì "anèr agathòs", uomo giusto; certamente egli diede un grande contributo alla difesa della democrazia ateniese, alla pacificazione della città dopo la guerra civile e al seppur breve sviluppo egemonico ateniese tra gli anni 378-362 a.C.

En otros idiomas
čeština: Thrasybúlos
Ελληνικά: Θρασύβουλος
English: Thrasybulus
español: Trasíbulo
euskara: Trasibulo
فارسی: ترازیبول
português: Trasíbulo
русский: Фрасибул
srpskohrvatski / српскохрватски: Trazibul
српски / srpski: Тразибул
українська: Фрасибул
Tiếng Việt: Thrasybulus