Tour de France 1963

Francia Tour de France 1963
Edizione50ª
Data23 giugno - 14 luglio
PartenzaNogent-sur-Marne
ArrivoParigi
Percorso4 137 km, 21 tappe
Tempo113h30'05"
Media37,092 km/h
Classifica finale
PrimoFrancia Jacques Anquetil
SecondoSpagna Federico Bahamontes
TerzoSpagna José Pérez Francés
Classifiche minori
PuntiBelgio Rik Van Looy
MontagnaSpagna Federico Bahamontes
SquadreFrancia Saint-Raphaël-Gitane
CombattivitàBelgio Rik Van Looy
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Tour de France 1962Tour de France 1964

Il Tour de France 1963, cinquantesima edizione della Grande Boucle, si svolse in ventuno tappe tra il 23 giugno e il 14 luglio 1963, per un percorso totale di 4 137 km.

Fu vinto per la quarta volta (e terza consecutiva) dal passista-cronoman francese Jacques Anquetil (al quinto podio alla Grande Boucle, considerando pure la terza posizione da lui conseguita nell'edizione del 1959).

Si trattò della ventiquattresima edizione della corsa a tappe francese vinta da un corridore di casa.

All'epoca Anquetil divenne il corridore più titolato della storia al Tour de France con quattro trionfi. Egli batté, infatti, il primato di tre vittorie detenuto da Philippe Thys e Louison Bobet.

Nel 1963, con alle spalle già le vittorie di un Giro d'Italia (1960) e tre Tour de France (1957-1961-1962), Anquetil riuscì a diventare il primo corridore della storia a compiere l'accoppiata vincente Tour de France-Vuelta a Espana nello stesso anno; questa impresa sarà eguagliata soltanto nel 1978 da Bernard Hinault e nel 2017 da Christopher Froome.

Proprio la vittoria nella corsa a tappe spagnola del 1963 ha fatto diventare Anquetil il primo corridore della storia ad ottenere la tripla corona, ossia la vittoria in almeno una edizione dei tre Grandi Giri. Soltanto altri sei ciclisti hanno ottenuto la tripla corona, finora, dopo Jacques Anquetil: Felice Gimondi, Eddy Merckx, Bernard Hinault, Alberto Contador, Vincenzo Nibali e Chris Froome.

Anquetil terminò le sue fatiche sui roventi asfalti transalpini con il tempo di 113h30'05", precedendo due corridori spagnoli.

Lo scalatore Federico Bahamontes (per la seconda volta al podio di Parigi dopo la vittoria nell'edizione del 1959) si piazzò al decondo posto della classifica generale.

Il passista José Pérez Francés (all'unico podio della carriera nella Grande Boucle) si piazzò al terzo posto della classifica generale.