Tebe (astronomia)

Tebe
( Giove XIV)
Thebe.jpg
Satellite di Giove
Scoperta 5 marzo 1979
Scopritore Stephen Synnott
Parametri orbitali
(all' epoca J2000)
Semiasse maggiore 221.889,0 ± 0,6 km (3,11 RJ) [1]
Perigiovio 218 000  k m
Apogiovio 226 000  k m
Circonf. orbitale 1 394 000  k m
Periodo orbitale 0,6745 giorni
(16 ore 11,3 min)
Velocità orbitale
23 505  m/s (min)

23 923  m/s (media)

24 352  m/s (max)
Inclinazione orbitale 3,12°
Inclinazione rispetto
all'equat. di Giove
1,076 ±0,003° [1]
Eccentricità 0,0175 ± 0,0004 [1]
Dati fisici
Dimensioni 110 × 90  k m
Diametro medio 96  k m
Superficie 3,35 × 1010  k
Volume 4,7 × 1014 
Massa
1,5 × 1018  k g
Densità media 3,0 × 103  k g/dm³
Acceleraz. di gravità in superficie 0,0041  m/s²
(0,004 g)
Velocità di fuga 0,0064  k m/s
Periodo di rotazione Rotazione sincrona
Velocità di rotazione
(all'equatore)
5,8  m/s
Inclinazione assiale nulla
Temperatura
superficiale
~124  K (media)
Pressione atm. nulla
Albedo 0,047 [2]

Tebe o Thebe (Θήβη in lingua greca) è il quarto satellite naturale conosciuto di Giove in ordine di distanza crescente dal pianeta, nonché l'ultimo del gruppo di Amaltea che contiene i piccoli satelliti interni del pianeta. È anche noto come Giove XIV.

Cenni storici

Tebe fu scoperto il 5 marzo 1979 dall' astronomo statunitense Stephen Synnott grazie all'analisi delle lastre fotografiche catturate dalla sonda Voyager 1 il 27 febbraio di quello stesso anno. Al satellite fu attribuita la designazione provvisoria S/1979 J2. [3] [4] Nel 1983 l' Unione Astronomica Internazionale convenne di attribuire al nuovo corpo celeste il nome della ninfa Tebe, figlia della divinità fluviale Asopo secondo la mitologia greca. [5]

Dopo la sua scoperta Tebe fu fotografata dalla sonda Voyager 2 nel 1980, [6] ma prima che la sonda Galileo raggiungesse Giove le informazioni erano piuttosto limitate. Galileo ha ripreso immagini di quasi tutta la superficie di Tebe permettendo così di formulare alcune ipotesi sulla sua composizione. [7]

En otros idiomas
Afrikaans: Thebe (maan)
Alemannisch: Thebe (Mond)
العربية: ثيبي (قمر)
беларуская: Фіва (спадарожнік)
беларуская (тарашкевіца)‎: Тэба (спадарожнік Юпітэра)
български: Тива (спътник)
বাংলা: থীবী
brezhoneg: Thebe (loarenn)
bosanski: Teba (satelit)
Mìng-dĕ̤ng-ngṳ̄: Thebe (ôi-sĭng)
corsu: Tebe
čeština: Thebe (měsíc)
Deutsch: Thebe (Mond)
English: Thebe (moon)
Esperanto: Tebo (luno)
فارسی: تبه (قمر)
suomi: Thebe
français: Thébé (lune)
Gaeilge: Thebe
galego: Tebe (lúa)
עברית: תבה
hrvatski: Teba (mjesec)
Bahasa Indonesia: Thebe (satelit)
한국어: 테베 (위성)
коми: Фива
Lëtzebuergesch: Thebe (Mound)
മലയാളം: തീബ്
Plattdüütsch: Thebe (Maand)
Nederlands: Thebe (maan)
norsk nynorsk: Jupitermånen Thebe
پنجابی: تھیب
português: Tebe (satélite)
română: Thebe (satelit)
srpskohrvatski / српскохрватски: Teba (mjesec)
Simple English: Thebe (moon)
slovenčina: Téba (mesiac)
slovenščina: Teba (luna)
српски / srpski: Теба (сателит)
svenska: Thebe (måne)
Tagalog: Thebe (buwan)
Türkçe: Thebo
українська: Теба (супутник)
Tiếng Việt: Thebe (vệ tinh)
Winaray: Thebe (bulan)
中文: 木卫十四
Bân-lâm-gú: Thebe (oē-chheⁿ)
粵語: 木衞十四