Nakajima Ki-43

Nakajima Ki 43
Chiran high school girls wave kamikaze pilot.jpg
Nakajima Ki 43 guidato da un futuro kamikaze
Descrizione
Tipo aereo da caccia e cacciabombardiere
Equipaggio 1
Progettista Hideo Hitokawa, [1]
Costruttore Giappone Nakajima
Data ordine 1937
Data primo volo 1939
Data entrata in servizio 1941
Utilizzatore principale Giappone Dai-Nippon Teikoku Rikugun Kōkū Hombu
Altri utilizzatori Thailandia Kongthap Akat Thai
Manciukuò Dai-Manshū Teikoku Kūgun
Esemplari 5 919
Dimensioni e pesi
Nakajima Ki 43-I.svg
Tavole prospettiche
Lunghezza 8,92 m
Apertura alare 10,84 m
Altezza 3,27 m
Superficie alare 21,40
Peso a vuoto 1,910 kg
Peso carico 2,590 kg
Peso max al decollo 2,925 kg
Propulsione
Motore un Nakajima Ha 115 a 14 cilindri stellari raffreddato ad aria
Potenza 1,150 hp al decollo
980 hp a 5,600 m
Prestazioni
Velocità max 540 km/h
Velocità di crociera 440 km/h
Velocità di salita 5 min e 49 sec per raggiungere i 5000 m
Tangenza 11 200 m
Armamento
Mitragliatrici due mitragliatrici Type 1 da 12,7 mm con 250 colpi per arma
Bombe due bombe da 30 kg o 250 kg
Note dati riferiti alla versione Ki 43-IIb

dati estratti da Aerei della seconda guerra mondiale [2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Nakajima Ki 43 (中島 キ-43 Nakajima ki yonjūsan ?) identificato anche come Aereo da caccia Tipo 1 ( 一式戦闘機 Isshiki sentō-ki ?) e con il nome popolare Hayabusa ( ? "Falco pellegrino"), nome di identificazione alleato: Oscar [3], era un monomotore da caccia tattico ad ala bassa prodotto dall'azienda giapponese Nakajima Hikōki KK dalla seconda parte degli anni trenta.

Storia del progetto

La progettazione iniziò nel dicembre del 1937 in risposta ad una richiesta dell'Esercito Imperiale Giapponese per un successore del Nakajima Ki-27. Il nuovo caccia doveva avere, tra le altre caratteristiche, un carrello retrattile ma, nello stesso tempo, il comando della forza aeronautica dell'Esercito chiedeva che le doti di manovrabilità rimanessero inalterate rispetto a quelle del Nakajima Ki-27, cosa che era possibile ottenere solo con un carrello fisso più leggero. [4]

Nakajima Ki 43.

I progettisti, guidati da Hideo Hitokawa, [1] optarono per un gruppo retrattile e il prototipo del nuovo caccia effettuò il primo volo nel gennaio 1939. Dotato di un motore Nakajima Ha 25 stellare da 925 hp e armato di due mitragliatrici da 7,7 mm, l'aereo dimostrò di rispondere ai requisiti richiesti. La manovrabilità, tuttavia, risultò inferiore a quella del Nakajima Ki-27 e per un certo periodo le sue sorti rimasero in sospeso.
L'Esercito decise finalmente di permettere la continuazione degli studi di progettazione e si ebbe una serie di apparecchi con varie modifiche nel gruppo motore e nell'armamento. Il programma per migliorare la manovrabilità dell'apparecchio portò a una fusoliera più snella e all'introduzione di deflettori situati sulla parte interna dell'ala. Questo secondo accorgimento migliorò sensibilmente la manovrabilità del Nakajima Ki 43, specialmente nella virate, e le autorità militari furono soddisfatte dal rendimento del nuovo aereo.

Nell'aprile 1941 l'Esercito ordinò la produzione di questo apparecchio col motore Esercito tipo 99 stellare, versione finale dell'Ha 25, e le prime consegne avvennero nell'ottobre dello stesso anno. [5]

il Ki-43 era del tutto ignoto quando i piloti alleati lo incontrarono per la prima volta. Come lo Zero, il Ki-43 era leggero e facile da pilotare. Era una macchina semplice ed agile, con un abitacolo che forniva un'eccellente visibilità. [1]

En otros idiomas
Afrikaans: Nakajima Ki-43
čeština: Nakadžima Ki-43
Ελληνικά: Nakajima Ki-43
español: Nakajima Ki-43
français: Nakajima Ki-43
日本語: 一式戦闘機
Nederlands: Nakajima Ki-43
português: Nakajima Ki-43
русский: Nakajima Ki-43 Hayabusa
Simple English: Nakajima Ki-43
slovenčina: Nakadžima Ki-43
српски / srpski: Накаџима Ки-43
тоҷикӣ: Nakajima Ki-43
Türkçe: Nakajima Ki-43
українська: Nakajima Ki-43
Tiếng Việt: Nakajima Ki-43