Friedrich Nietzsche

Friedrich Nietzsche nel 1882
Firma di Friedrich Nietzsche

Friedrich Wilhelm Nietzsche (pronuncia italiana: [ˈnit͡ʃe][1]; in tedesco: [ˈfʁiːdʁɪç ˈvɪlhɛlm ˈniːt͡ʃə][2] ascolta[?·info]; Röcken, 15 ottobre 1844Weimar, 25 agosto 1900) è stato un filosofo, poeta, saggista, compositore e tedesco.Considerato tra i massimi filosofi e scrittori di ogni tempo, ebbe un'influenza controversa, ma indiscutibile, sul pensiero filosofico, letterario, politico e scientifico[3] del mondo occidentale nel XX secolo. La sua filosofia, in parte riconducibile al filone delle filosofie della vita e all'irrazionalismo, è considerata da alcuni uno spartiacque fra la filosofia tradizionale e un nuovo modello di riflessione, informale e provocatorio.[4] In ogni caso, si tratta di un pensatore unico nel suo genere, sì da giustificare l'enorme influenza da lui esercitata sul pensiero posteriore.

Scrisse vari saggi e opere aforistiche sulla morale, la religione (in particolare quella cristiana), la società moderna, la scienza, intrise di una profonda lucidità e avversione alla metafisica, seppure spesso il filosofo venga accomunato anche all'irrazionalismo,[5] di una forte carica critica, sempre sul filo dell'ironia e della parodia. Nella sua filosofia si distingue una prima fase "wagneriana", che comprende La Nascita della Tragedia e le Considerazioni inattuali, in cui il filosofo combatte a fianco di Richard Wagner per una "riforma mitica" della cultura tedesca.

Questa fase sarà poi abbandonata e rinnegata con la pubblicazione di Umano, troppo umano – nella stagione cosiddetta "illuministica" del suo pensiero –, per culminare infine, pochi anni prima del crollo nervoso che metterà fine alla sua attività – probabile conseguenza di una patologia neurologica ereditaria[6][7] – in una terza fase, prominente del suo pensiero, dedicata alla trasvalutazione dei valori e al nichilismo attivo, costellata dai concetti di oltreuomo, eterno ritorno e volontà di potenza, fase che ha il suo apice (e inizio) con la pubblicazione del celeberrimo Così parlò Zarathustra.[8]

Indice

En otros idiomas
Alemannisch: Friedrich Nietzsche
አማርኛ: ኒሺ
azərbaycanca: Fridrix Nitsşe
تۆرکجه: فردریک نیچه
башҡортса: Фридрих Ницше
žemaitėška: Frīdrėks Nīčė
беларуская (тарашкевіца)‎: Фрыдрых Ніцшэ
български: Фридрих Ницше
বিষ্ণুপ্রিয়া মণিপুরী: নীৎসে
Ελληνικά: Φρίντριχ Νίτσε
emiliàn e rumagnòl: Friedrich Nietzsche
贛語: 尼采
Kreyòl ayisyen: Friedrich Nietzsche
interlingua: Friedrich Nietzsche
Bahasa Indonesia: Friedrich Nietzsche
Qaraqalpaqsha: Friedrich Nietzsche
Кыргызча: Фридрих Ницше
Lëtzebuergesch: Friedrich Nietzsche
latviešu: Frīdrihs Nīče
македонски: Фридрих Ниче
Bahasa Melayu: Friedrich Nietzsche
مازِرونی: نیچه
Nedersaksies: Friedrich Nietzsche
norsk nynorsk: Friedrich Nietzsche
Livvinkarjala: Friedrich Nietzsche
Piemontèis: Friedrich Nietzsche
پنجابی: نطشے
русиньскый: Фрідріх Ніцше
саха тыла: Фридрих Ницше
srpskohrvatski / српскохрватски: Friedrich Nietzsche
Simple English: Friedrich Nietzsche
slovenčina: Friedrich Nietzsche
Gagana Samoa: Friedrich Nietzsche
српски / srpski: Фридрих Ниче
Türkmençe: Fridrik Nitsçe
татарча/tatarça: Fridrix Nitsşe
українська: Фрідріх Ніцше
اردو: نطشے
oʻzbekcha/ўзбекча: Fridrix Nitsshe
vepsän kel’: Nicše Fridrih
Tiếng Việt: Friedrich Nietzsche
მარგალური: ფრიდრიხ ნიცშე
文言: 尼采
Bân-lâm-gú: Friedrich Nietzsche
粵語: 尼采