Eroi Gemelli Maya

«Quando il giorno della loro nascita, gli ha dato vita la giovane di nome Xquic, la nonna non li vide quando sono nati. In un attimo furono partoriti due ragazzi di nome Hunahpu e Xbalanque. Tornati nei monti quando fossero nati. Poi vennero a casa, ma non riuscivo a dormire."Andate a buttarli fuori!" disse la vecchia, per effetti c'era molto da gridare. E poi sono andati a metterli su un formicaio. Dormivano tranquillamente. Poi via di quel luogo e messo su le spine. Ora, quello che volevano Hunchouén e Hunbatz era che morissero sul monte di lancio, o morissero sulle spine.[senza fonte]»

Gli "Eroi gemelli" sparano ad un demone in forma di uccello con una cerbottana. Izapa, stele 25
Gli "Eroi gemelli", Izapa, stele 2

Gli Eroi gemelli Maya sono i personaggi principali di un racconto incluso del documento coloniale Quiché chiamato Popol Vuh, e costituiscono l'antico mito Maya preservato nella sua interezza. Chiamati Hunahpu e Xbalanque in lingua quiché, i Gemelli sono stati anche identificati nell'arte dei Maya classici (200-900). Il motivo dei Gemelli ricorre in numerose mitologie americane precolombiane. I Gemelli Maya, in particolare, possono essere considerati i mitici antenati della famiglia regnante Maya.