Equazione del tempo

Durante il corso dell' anno, il tempo indicato da un orologio solare oscilla rispetto al suo scorrere regolare indicato da un orologio di un valore che va da +16 minuti e 25 secondi (tra il 31 ottobre ed il 1º novembre) a -14 minuti e 15 secondi (tra l' 11 e il 12 febbraio), passando da +3'41" (tra il 13 e il 15 maggio) e da -6'30" (il 25 e 26 luglio).

Il quadrante più piccolo dell'orologio del foro Carolino in piazza Dante (Napoli), riporta l'equazione del tempo. Esempio unico in Europa, fu realizzato nel 1853.

Questo scostamento è chiamato equazione del tempo ed è la conseguenza dell'azione combinata tra l'inclinazione dell'asse e l'eccentricità dell' orbita della Terra. La rappresentazione visiva di questa equazione è l' analemma o con altro nome lemniscata, quando la sinusoide si chiude formando un otto (il lemniscus dei latini era un nastro che ornava, svolazzando, la testa dei vincitori).

Anche gli altri pianeti hanno una loro specifica equazione del tempo. Su Marte la differenza tra tempo solare e tempo medio arriva a 50 minuti.

En otros idiomas
беларуская: Ураўненне часу
Deutsch: Zeitgleichung
magyar: Időegyenlet
日本語: 均時差
한국어: 균시차
lietuvių: Laiko lygtis
Nederlands: Tijdsvereffening
português: Equação do tempo
slovenčina: Časová rovnica
slovenščina: Časovna enačba
Türkçe: Zaman denklemi
oʻzbekcha/ўзбекча: Vaqt tenglamasi
中文: 均時差