Elohim

Elohim in ebraico

Ĕlōhīm (in ebraico: אֱלוֹהִים ,אלהים?ascolta[?·info]) è il nome in ebraico biblico della divinità[1] e il titolo del dio di Israele nell'Antico Testamento[2]. Il termine è oggetto di controversie sulla sua interpretazione e anche sulla sua consistenza grammaticale: è da molti autori considerato un termine plurale[1].

Il significato base del nome è "dio", "divinità", e se riferito a YHWH è inteso come il Dio unico di Israele[3]. L'uso alternativo di questo nome e del nome Yahweh nel Pentateuco ha consentito alla c.d. "teoria delle quattro fonti" di isolare due relati, detti "fonte elohista" e "fonte yahwista", dei quali è dedotta la combinazione nella composizione dei cinque libri.[2].

Con il significato di "dio, divinità", il nome è attribuito anche ad altre divinità individuali[4], ad esempio Astarte, Milcom, Chemosh e Kos, dèi nazionali rispettivamente dei Sidoni, degli Ammoniti, dei Moabiti[5] e degli Edomiti[6] o i non meglio definiti elohim riuniti nell'assemblea descritta in 82:1, dove sono però definiti mortali.

Al termine sono poi attribuiti vari altri significati nei seguenti passi: 28:13, 4:16; 7:1 e nel frammento 11Q13 dei Rotoli di Qumran.

En otros idiomas
العربية: إلوهيم
български: Елохим
català: Elohim
Deutsch: Elohim
English: Elohim
Esperanto: Elohim
español: Elohim
eesti: Elohim
euskara: Elohim
فارسی: الوهیم
suomi: Elohim
français: Elohim
hrvatski: Elohim
한국어: 엘로힘
Latina: Elohim
lietuvių: Elohim
Bahasa Melayu: Elohim
norsk nynorsk: Elohim
norsk: Elohim
polski: Elohim
português: Elohim
română: Elohim
русский: Элохим
Scots: Elohim
svenska: Elohim
Türkçe: Elohim
українська: Елогім
Tiếng Việt: Elohim
中文: 埃洛希姆