Costo fisso

Scomposizione del costo totale come somma dei costi fissi (approssimativamente costanti) e dei costi variabili (in questo caso supposti lineari).

Con il termine costo fisso (simbolo C0) si indica l'insieme dei costi il cui ammontare è indipendente dalla quantità prodotta. Il concetto di costo fisso si contrappone, nella contabilità industriale, al concetto di costo variabile, il cui ammontare dipende direttamente dalla quantità prodotta di beni o servizi.

Volendo rappresentare graficamente i costi fissi nel diagramma di redditività, essi saranno assimilati ad una semiretta parallela all'asse delle ascisse (in quanto si prende in ipotesi la loro costanza).

Nella realtà i costi fissi presentano un certo margine di variabilità, in quanto all'aumentare della capacità produttiva variano anch'essi. In tal caso il loro andamento, rappresentato sul diagramma di redditività, sarà a "gradini".

  • voci correlate

Voci correlate

Controllo di autorità4154493-6
Economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia
En otros idiomas
العربية: تكلفة ثابتة
azərbaycanca: Sabit xərclər
català: Cost fix
čeština: Fixní náklady
Deutsch: Fixkosten
English: Fixed cost
español: Coste fijo
eesti: Püsikulu
euskara: Kostu finko
français: Coût fixe
Bahasa Indonesia: Biaya tetap
日本語: 固定費用
қазақша: Үстеме шығын
नेपाली: स्थिर लागत
Nederlands: Constante kosten
português: Custo fixo
slovenčina: Fixné náklady
српски / srpski: Фиксни трошак
svenska: Fast kostnad
Tiếng Việt: Chi phí cố định
中文: 固定成本