Collarino ecclesiastico

Esempio di collarino ecclesiastico
Un collarino ecclesiastico in plastica

Il collarino ecclesiastico è una parte dell'abito talare della chiesa cristiana. Di solito è di colore bianco e si pone al collo abbottonandolo alla veste, presentando un fronte a vista. Originariamente in cotone o lino, oggi viene per la maggior parte dei casi realizzato in plastica, risultando più rigido e resistente. In particolare nell'ambito della chiesa cattolica è utilizzata anche la variante del collarino parziale, posto sotto il colletto della camicia o della veste e di cui risulta visibile quindi solo un piccolo quadratino bianco sotto la gola.

Storia

Il collarino ecclesiastico può considerarsi un'invenzione tutto sommato moderna, poiché compare per la prima volta nel 1827, anche se alcuni esperimenti erano già in auge a partire dal XVII secolo. Nella chiesa anglicana il suo uso si estese regolarmente a partire dal 1894 grazie all'introduzione che ne fece il reverendo Donald McLeod. Da sempre l'unico scopo del collarino ecclesiastico è di distinguere e rendere immediatamente identificabile un sacerdote dal resto della popolazione.

En otros idiomas
català: Alçacoll
čeština: Kolárek
Deutsch: Kollar
español: Alzacuellos
français: Col romain
한국어: 성직칼라
Nederlands: Priesterboord
polski: Koloratka
русский: Колоратка
slovenščina: Kolar (ovratnik)
українська: Колоратка
中文: 罗马衫