Cibele

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio di persona femminile, vedi Cibele (nome).
Statua in marmo di Cibele del I secolo a.C. da Formia, Lazio
La fontana di Cibele occupa il centro della Plaza de Cibeles a Madrid.

Cibele (greco: Κυβέλη - Kybelē; latino: Cibelis) è un'antica divinità anatolica, venerata come Grande Madre Idea, dal monte Ida presso Troia,[1] dea della natura, degli animali (Potnia Theron) e dei luoghi selvatici. Divinità ambivalente, simboleggiava la forza creatrice e distruttrice della Natura.

Il centro principale del suo culto era il santuario di Pessinunte, nella Frigia, da cui attraverso la Lidia passò approssimativamente nel VII secolo a.C. nelle colonie greche dell'Anatolia e successivamente nel continente, a Roma. Nella mitologia greca fu identificata con Rea, la madre degli Dei.

Cibele viene generalmente raffigurata seduta sul trono o sul carro trainato da due leoni o leopardi; è accompagnata dal suo compagno Attis e dai suoi sacerdoti. Sul capo ha una corona turrita.

I due leoni rappresentano i personaggi mitologici di Melanione e Atalanta, trasformati in leoni da Zeus e condannati a trascinare il carro della dea come punizione per aver profanato un tempio di quest'ultima.

En otros idiomas
Afrikaans: Kibele
العربية: كوبيلي
asturianu: Cibeles
azərbaycanca: Kibela
беларуская: Кібела
български: Кибела
brezhoneg: Kybele
català: Cíbele
čeština: Kybelé
dansk: Kybele
English: Cybele
Esperanto: Cibelo
español: Cibeles
euskara: Zibele
فارسی: کیبلی
suomi: Kybele
français: Cybèle
galego: Cibeles
hrvatski: Kibela
magyar: Kübelé
հայերեն: Կիբելա
interlingua: Cybele
Bahasa Indonesia: Kibele
日本語: キュベレー
ქართული: კიბელე
қазақша: Кибела
한국어: 키벨레
Latina: Cybele
lietuvių: Kibelė
македонски: Кибела
norsk: Kybele
polski: Kybele
português: Cibele
română: Cybele
русский: Кибела
srpskohrvatski / српскохрватски: Kibela
Simple English: Cybele
slovenščina: Kibela
српски / srpski: Кибела
svenska: Kybele
Türkçe: Kibele
українська: Кібела
中文: 库柏勒