Chimera di Arezzo

Chimera di Arezzo
Chimera d'arezzo, fi, 04.JPG
Autoresconosciuto
Dataseconda metà o fine V sec. a.C. circa
MaterialeBronzo
Altezza78,5 cm
UbicazioneMuseo archeologico nazionale, Firenze
Altra veduta (vecchia collocazione)
Retro
L'iscrizione

La Chimera di Arezzo è un bronzo etrusco, probabilmente opera di un'équipe di artigiani attiva nella zona di Arezzo, che combinava modello e forma stilistica di ascendenza greca o italiota all'abilità tecnica fornita da maestranze etrusche[1]. È conservata presso il Museo archeologico nazionale di Firenze ed è alta 65 cm. È il simbolo del Quartiere di Porta del Foro, uno dei quattro quartieri della Giostra del Saracino di Arezzo.

Il gruppo scultoreo in bronzo rappresenta un leone in posizione aggressiva a bocca aperta e con artigli estroflessi, con una testa di capra che nasce dalla schiena ed un serpente a mo’ di coda che aggredisce mordendo uno dei corni della capra.

En otros idiomas