Chiasmo (scultura)

L'Efebo di Crizio (Museo dell'Acropoli di Atene)

Il chiasmo (o chiasma) è una formula compositiva usata in scultura, che consiste nella disposizione secondo un particolare ritmo, detto "chiastico", teso a risolvere il problema dell'equilibrio della figura eretta, di modo che questa è ritratta con un arto inferiore flesso e l'arto superiore del lato opposto teso, e viceversa.[1]

Il termine deriva dal greco χιασμός, che significa "disposizione a forma di chi" (connesso a χιάζειν, "dare forma di chi"), dal nome della ventiduesima lettera dell'alfabeto greco, detta chi (χ).[1][2] La posizione chiastica è indicata nella nomenclatura anglosassone e in varie altre lingue con il termine italiano contrapposto o contrapost.

En otros idiomas
беларуская: Кантрапост
català: Contrapposto
čeština: Kontrapost
Deutsch: Kontrapost
Ελληνικά: Κοντραπόστο
English: Contrapposto
Esperanto: Kontraposto
español: Contrapposto
français: Contrapposto
galego: Contrapposto
hrvatski: Kontrapost
magyar: Kontraposzt
Հայերեն: Կոնտրապոստ
ქართული: კონტრაპოსტი
Nederlands: Contrapost
norsk: Kontrapost
polski: Kontrapost
português: Contrapposto
русский: Контрапост
srpskohrvatski / српскохрватски: Kontrapost
slovenščina: Kontrapost
српски / srpski: Контрапост
svenska: Kontrapost
українська: Контрапост